Santa Zita di Lucca: la vita, i miracoli e la Festa.

Santa Zita

Una delle Sante più conosciute e venerate di Lucca è sicuramente Santa Zita.
La santa visse nel 13° secolo e il suo corpo incorrotto è conservato nella Basilica di San Frediano.

Festa di Santa Zita 2018 a Lucca

Sarà un anno molto particolare per Santa Zita, infatti nel 2018 si festeggiano gli 800 anni dalla nascita della Santa avvenuta nel 1218 a Monsagrati.

Festa di Santa Zita 2018

Mostra mercato Fiori di Santa Zita 2018

La mostra mercato dei fiori per celebrare la Festa di Santa Zita si terrà dal 21 al 27 Aprile nelle consuete location di Piazza Anfiteatro e Piazza S.Frediano.

Messe Santa Zita 2018

Nella Basilica di San Frediano che ospita il corpo della Santa si celebreranno diverse messe nei giorni 25, 26 e 27 Aprile.

Mercoledì 25 Aprile si terrà la messa delle 9 e la messa delle ore 18 con la partecipazione della Parrocchia di Monsagrati.
Giovedì 26 Aprile le messe saranno alle ore 8 e alle ore 18.
Venerdì 27 Aprile ci saranno ben 5 messe: alle 8, 9:30, 10:30, 16 e infine quella delle 18 presieduta dall’Arcivescovo Castellani.

La Storia di Santa Zita

Zita Lombardo nacque nel 1218 a Monsagrati, una piccola pieve tra le colline lucchesi da Giovanni chiamato “Il Lombardo” perchè forestiero, in quanto proveniente da un paesino vicino a Pontremoli.
Giovanni sposò una donna locale chiamata Buonissima per il suo carattere e i 2 ebbero due figlie: Margherita e Zita. Il fratello di Buonissima era Graziano, venerato come Santo e rappresentato spesso con il suo aiutante lupo.

Zita crebbe in una famiglia umile e lavoratrice, dalla quale ricevette numerosi buoni esempi. All’età di 12 anni il desiderio di aiutare maggiormente la famiglia si tramutò nella richiesta al padre Giovanni di poter andare a servire qualche famiglia. Dopo aver convinto il padre, la figlia andò a lavorare presso una famiglia di mercanti a Lucca: la famiglia Fatinelli.

La casa Fatinelli divenne una seconda casa per la giovane Zita. La figura di Zita così giovane e così ubbidiente non fu presa molto bene inizialmente nè dalle giovani di casa Fatinelli nè dalle altre domestiche che inizialmente provarono a metterla in cattiva luce.
Zita però continuava il suo lavoro con serenità, qualità molto apprezzata dalla famiglia Fatinelli che sviluppò un rapporto di affetto con la giovane.

Tra i pericoli della città per la giovane Zita c’erano anche i comportamenti offensivi da parte di alcuni uomini che gravitavano intorno alla famiglia Fatinelli.

Santa Zita

I Miracoli di Santa Zita

La giovane Zita trascorreva la sua vita tra la casa Fatinelli e la Chiesa di San Frediano, dove si recava a pregare tutte le volte che poteva.
Nelle sue preghiere non aveva mai preoccupazioni per se stessa, ma per la miseria che era molto presente in città e di cui si crucciava molto.

Leggi:  Il mistero del labirinto di Lucca: tra fascino e leggenda.

Come una volta in cui immersa nelle preghiere si dimenticò anche dei suoi doveri domestici. Era il giorno in cui doveva fare il pane ma fece tardi in Chiesa. Al suo ritorno nella madia al posto delle farine c’era però il pane già pronto. Nessuno degli altri domestici sapeva niente. Il suo Angelo Custode l’aveva protetta. L’avrebbe protetta più volte nella sua vita.

Il Miracolo del Pane, delle Rose e dei fiori

Zita stava portando del pane avanzato ai poveri della città, nascosto nelle sue vesti annodate in vita.
Scendendo le scale il padrone con fare minaccioso le chiese cosa avesse nelle vesti e lei sciogliendosi il grembiule rispose “Rose e fiori per lei, signore”. Dal grembiule uscirono rose e fiori profumati.

La Festa di Santa Zita a Lucca 2017

Nei giorni che precedono Santa Zita, le vie intorno alla Basilica di San Frediano si colorano.
Quest’anno da domenica 23 Aprile 2017 a Giovedì 27 (il giorno di Santa Zita) oltre alla mostra mercato in Piazza Anfiteatro che vedrà la presenza di espositori da tutto il mondo, le vie intorno alla Basilica si coloreranno. Via Fillungo, Piazza San Frediano e Piazza Scalpellini saranno le zone piene di fiori per celebrare la Santa locale.

Nella Basilica di San Frediano si celebreranno incontri e messe speciali, oltre all’esposizione della Santa che sarà liberamente visitabile da parte di tutti.
Ecco il programma della Festa di Santa Zita alla Basilica di San Frediano.

Lunedì 24 Aprile, ore 17.
Incontro sulla figura di Santa Zita
promosso dall’Istituto Storico Lucchese.
Introduzione e presentazione a cura del Presidente dell’Istituto, prof. Antonio Romiti.

Santa Zita e i Santi laici in Toscana fra il XII e il XIII secolo: prof. Gabriele Zaccagnini, Consultore della Congregazione per le Cause dei Santi.

Probatio sanctitatis non est signa facere: Zita e l’amore per gli ultimi: prof Gianni Bergamaschi, Istituto Storico Lucchese.

Martedì 25 Aprile
Ore 9 S.Messa – Ore 18 S.Messa presieduta da don Rodolfo Rossi, pievano di Monsagrati, parrocchia natale di Santa Zita, con la partecipazione della Zona Pastorale della Valfreddana.
Coro della Valfreddana

Mercoledì 26 Aprile
Ore 8 e Ore 17 S.Messa
Ore 18 Sagrato della Basilica di San Frediano: Incontro con l’Ufficio Diocesano per i Problemi Sociali e del Lavoro.

Giovedì 27 Aprile, memoria del Transito Pasquale di Santa Zita, giorno della festa
Ore 8- 9:30 – 10:30 – 16 S. Messa
Ore 18 Messa Solenne presieduta dall’Arcivescovo mons. Italo Castellani. Corale: Polifonica Lucchese, direttore Maestro Egisto Matteucci

Lucca Online
Commenta

0 Comments

There are no comments yet

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *