San Davino pellegrino Armeno a Lucca

Vetrata con San Davino Armeno

In queste pagine si parla spesso di Santi, d’altronde Lucca è la città delle 100 Chiese è il soprannome di sicuro non è casuale.
Abbiamo già parlato di Santa Zita e San Riccardo e oggi parleremo di un altro Santo non molto conosciuto a Lucca e fuori: San Davino.

La Storia di San Davino

San Davino era un pellegrino Armeno arrivò già in precarie condizioni a Lucca nel 1050 e fu soccorso all’Ospedale vicino alla Chiesa di San Michele in foro e morì poco dopo (il 3 Giugno dello stesso anno) nella casa di Atha, una pia vedova che lo aveva accolto nella dimora per gli ultimi giorni della sua vita.

Vetrata con San Davino Armeno
Vetrata con San Davino Armeno, Lucca

Prima di arrivare a Lucca Davino era partito dall’Armenia spogliandosi di tutti i suoi beni e arrivando in pellegrinaggio prima a Gerusalemme e poi a Roma e morì prima di raggiungere Compostela.

Matrice calcografica con il corpo di San Davino

Il Santo Protettore del Mal di testa

San Davino era un pellegrino e nel 1050 i pellegrini dovevano affrontare molti pericoli. I segni sono ancora visibili sul corpo di San Davino che fu colpito alla testa con una lancia e con un fendente seghettato.
Il secondo segno è stato probabilmente inferto o con un coltello o con una spada seghettata e sul cranio si nota una primitiva “sutura”.
Non morì comunque per queste gravi ferite, ma tenne il dolore a lungo e proprio per questo è diventato il Santo Patrono del mal di testa.

Il Corpo San Davino

Dopo la morte San Davino fu sepolto nel cimitero della Chiesa di San Michele in Foro a Lucca e attualmente il corpo si trova nella Chiesa ed è stato recentemente restaurato.

Leggi:  San Riccardo

Il restauro del Corpo di San Davino 2018

Nel 2018 è stata fatta un’importante ricognizione del corpo di San Davino ripresa anche dalle telecamere della Rai (e forse protagonista di uno speciale su Superquark di Piero Angela?) che vedrà il culmine con l’esposizione del corpo del Santo a partire dal 1° Giugno.

Iniziative San Davino 2018

Venerdì 1° Giugno dalle ore 10 sarà aperta l’urna e verrà esposto il corpo del Santo nella Chiesa di San Michele a Lucca. Alle 17:30 verrà presentato il libro pubblicato per l’occasione da Giovanni Macchia su San Davino.
Sabato 2 Giugno alle 11:30 sempre nella chiesa di San Michele ci sarà la messa della memoria di San Davino con esecuzione in prima assoluta di un mottetto composto dal maestro Guido Masini.
Domenica 3 giugno (ricordo che il 3 Giugno è il giorno in cui si celebra San Davino) alle 10,30 celebrazione della solennità del Corpus Domini, Martedì 5 giugno alle 21 nei locali parrocchiali di San Paolino incontro con il professor Carmine Di Sante, teologo e biblista sul tema “Lo straniero nella Bibbia: ospitalità e dono”, venerdì 8 giugno alle 18 nella chiesa di San Michele presentazione dei primi risultati dell’analisi bio-antropologica sul corpo di San Davino con il professor Gino Fornaciari.

Lucca Online
Commenta

0 Comments

There are no comments yet

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *