Cosa vedere in Garfagnana

cosa vedere in garfagnana

La Garfagnana, in provincia di Lucca, è una delle zone più verdi di tutta Italia. A rendere così speciale e attraente quest’area sono i suoi boschi, i suoi castelli medievali, le sue riserve naturali ed i suoi borghi folkloristici e suggestivi. Situata tra la Versilia e le Alpi Apuane, la Garfagnana richiama ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. Nel verde lussureggiante di questa terra si nascondono numerosi tesori di interesse storico e naturale tutti da scoprire. La Rocca Ariostesca, la Grotta del Vento ed il Ponte del Diavolo sono solo alcune tra le più famose attrattive turistiche della Garfagnana. In questo articolo andremo alla scoperta di due interessanti siti turistici: l’Orrido di Botri ed il Parco dell’Orecchiella.

cosa vedere in garfagnana

L’Orrido di Botri è una riserva naturale immersa in un paradiso completamente verde e circondato da boschi. La flora in questa zona è molto ricca, in quanto sono presenti il carpino nero, il faggio, il leccio, il salice, l’acero, ecc. La fauna è invece composta da piccoli e simpatici animali, come scoiattoli, volpi, puzzole, daini e capre selvatiche. Molto interessante e variegata anche l’avifauna, che comprende l’aquila reale, la poiana, il falco, il gufo reale e tanti altri uccelli. La zona è caratterizzata dalla presenza di una spettacolare gola calcarea, ai piedi dei monti Tre Potenze e Rondinaio.

L’Orrido di Botri è la meta preferita di molti trekker, che possono andare in esplorazione per un abbraccio totale con la natura circostante. La particolarità più suggestiva della zona è la gola calcarea, nelle cui vicinanze scorre un torrente. Qui è possibile praticare anche canyoning. Per la sua particolare conformazione, questa zona è stata soprannominata il canyon della Toscana.

Leggi:  Santa Zita di Lucca: la vita, i miracoli e la Festa.

Il Parco dell’Orecchiella è una fantastica riserva di 5 ettari, che sorge tra i comuni di Villa CollemadinaSan Romano, Sillano e Piazza al Serchio. L’intera zona è popolata da alberi di varia natura, come l’abete, il faggio, il pino ed il castagno. Lungo i sentieri del Parco vivono in libertà mufloni e cinghiali. Sollevando lo sguardo verso il cielo è possibile ammirare il volo maestoso dell’aquila reale e dei falchi.

La zona è ben attrezzate con diverse strutture ricettive, che richiamano diversi turisti soprattutto nelle stagioni dell’anno più calde. Sono inoltre presenti il Museo Naturalistico, il Giardino dei Fiori di Montagna ed il Museo dei Rapaci. Gli amanti del trekking possono cimentarsi in numerosi percorsi accessibili a tutti, per un viaggio fatato nel verde della Garfagnana. I sentieri sono protetti da recinti, per salvaguardare la flora e la fauna selvatica della zona.

Lucca Online
Commenta

0 Comments

There are no comments yet

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *